La figura professionale dell’arte terapeuta: ora c’è la norma UNI

(fonte: uni.com)
I lavori della commissione UNI Attività professionali non regolamentate volti alla qualificazione delle professioni prive di riconoscimento giuridico, hanno recentemente portato alla pubblicazione della norma UNI 11592 “Attività professionali non regolamentate - Figure professionali operanti nel campo delle Arti Terapie - Requisiti di conoscenza, abilità e competenza”. Tali requisiti sono declinati in termini di conoscenze abilità e competenze in conformità al Quadro europeo delle qualifiche (European Qualification Framework - EQF).

Fin dai tempi antichi le arti (danza, musica, pittura, teatro) venivano utilizzate per promuovere il legame comunitario e la salute individuale e collettiva. Oggi possiamo parlare più precisamente di arti terapie che vengono praticate in scuole, collegi, carceri, strutture sanitarie, luoghi che presentano specifiche problematiche e nei quali occorre costruire la convivenza sociale e saper modulare l’espressione emozionale. Sviluppare il potenziale creativo è la strada perseguita da queste discipline per promuovere la capacità dell’essere umano di adattarsi al mondo, utilizzando le risorse proprie e del contesto di appartenenza, processo che consente alle persone di acquisire un maggior controllo della propria salute e di migliorarla.

Ma chi è l’arte terapeuta? L’arte terapeuta è un professionista formato per utilizzare metodiche che prevedono un linguaggio artistico e che opera per stimolare le risorse creative del soggetto con finalità correlate alle esigenze dei contesti. Generalmente svolge la sua attività in ambito sociale ed educativo, lavorando a stretto contatto con altre figure professionali (come ad esempio insegnanti, psicoterapeuti, psichiatri, psicopedagogisti ecc.).

I diversi profili professionali delle Arti terapie si basano prevalentemente su una sola specifica disciplina artistica di vertice (Arte plastico pittorica visiva, Coreutica, Musicale, Teatrale, Drammatica) in base alla quale la norma UNI definisce cinque distinti profili professionali: Arteterapeuta, Danzamovimentoterapeuta, Musicoterapeuta, Teatroterapeuta e Drammaterapeuta.

La nuova norma UNI 11592 interviene proprio per definire le conoscenze, le abilità e le competenze di questa figura professionale e definisce i compiti del professionista delle arti terapie raggruppandoli in sei passaggi essenziali. Gli arte terapeuti devono infatti saper accogliere, analizzare e comprendere le richieste di intervento che vengono loro rivolte, progettare interventi specifici, negoziare il contratto, realizzare e portare a conclusione l’intervento, valutarne l’esito, lavorare in contesti e in equipe multi-professionali.

Associazione Professionale ArteterapeutiL' Associazione Professionale Italiana Sviluppo Arte Terapia (APISAT) è un'associazione senza scopo di lucro costituita ai sensi della Legge 4/2013 ed è nata con l’intento di definire un profilo specialistico dei professionisti dell’arteterapia i quali, sulla base di quanto previsto dallo statuto dell'associazione e dalla norma UNI 11592, hanno una specializzazione di vertice in arti plastiche, pittoriche e visive, pur valorizzando l’interdisciplinarietà dei linguaggi e l’apporto di nuove tecnologie.